Il viaggio

Corso di Meditazione Vipassana – 8 Incontri- Inizio Martedì 10 Ottobre
3 Ottobre 2017
Meditazione: Esperienza di un principiante
12 Ottobre 2017
Show all

Il viaggio è dentro noi stessi…è una scoperta…un’avventura continua…

…e se vogliamo dura tutta la vita

Fare un viaggio può essere (ma non è scontato) un’esperienza bellissima, interessante, coinvolgente, rigenerante e tanto altro ancora. Ci si può reecare in luoghi esotici, scoprendo usi e costumi di altri popoli, visitare luoghi incontaminati dove ancora la natura si esprime ai massimi livelli. Possiamo partire utilizzando l’aereo, l’automobile, una moto, una bicicletta, ma anche semplicemente a piedi. A seconda del mezzo che utilizziamo saremo costretti ad accorciare le distanze percorse, ma non è detto che la nostra esperienza sia meno interessante e coinvolgente.
Il viaggio che vi propongo è un viaggio diverso, potremmo definirlo informale, il mezzo di locomozione che useremo è la meditazione. Lo faremo fisicamente da fermi, da seduti, nella più completa immobilità, ma vi assicuro che sarà interessante e unico e quel che c’è di bello è che se lo accoglieremo con il giusto atteggiamento potrà durare tutta la vita. Sarà un viaggio dentro noi stessi. Ci riserverà tante sorprese, non sottovalutatelo solo perché non ci sposteremo fisicamente. Alcuni di voi potrebbero avere avuto esperienze analoghe, magari guidati e condotti per mano da professionisti della mente alla scoperta della propria intimità, alla ricerca del proprio sé. Nel nostro caso la mia funzione non è quella di guidarvi, ma solo quella di insegnarvi una tecnica che in seguito sarete voi a gestire, in completa autonomia. Da studi e ritrovamenti sappiamo per certo che la meditazione è in uso da oltre cinquemila anni, ne hanno beneficiato razze e popoli diversi a tutte le latitudini. Quella che è stata tramandata con poche modifiche e che noi oggi definiamo meditazione è nata in oriente ed è stata adottata all’inizio del secolo passato anche dall’occidente. Negli ultimi anni è stata riscoperta e modificata al fine di essere accessibile ed utilizzabile dalla cultura occidentale con modalità e in contesti impensabili solo fino a due decenni fa. Può assumere nomi diversi, ma si rifà sempre a questo viaggio all’interno di se stessi. Il viaggio vero e proprio lo farete da soli. Potete leggere decine di libri sull’argomento anche molto interessanti, potete frequentare corsi o come spesso vengono definiti ritiri più o meno impegnativi, ma alla fine il viaggio vero e proprio lo compirete in solitudine, non c’è altro modo. Quello che affronterete e scoprirete non è condivisibile, è intimo, riguarda la vostra essenza, chi siete veramente al di là di ciò che vorreste essere o credete di essere, al di là di ciò che vi raccontate. Scoprirete che ciò che siete non è statico ma in continuo mutamento, si modifica attimo dopo attimo. Non siete la stessa persona dell’anno scorso o del mese scorso, ma neanche di ieri, siete diversi anche da quando stavate leggendo le righe precedenti. Non sto facendo affermazioni ad effetto per rendere questa lettura interessante o misteriosa, quello che affermo è scientificamente provato, documentato con strumenti diagnostici altamente sofisticati, usati da professionisti e scienziati a livello di premi Nobel. Non intendo approfondire questo aspetto, non rientra nelle mie competenze, sull’argomento esistono libri e ricerche documentate inoppugnabili. Quel che comunque è certo è che fisicamente e mentalmente nel preciso momento in cui state leggendo queste righe siete diversi dal momento immediatamente precedente.
Il fenomeno che consente questo cambiamento si chiama neuroplasticità ed accade continuamente indipendentemente dall’età. A tal proposito se alcuni di voi volessero approfondire l’argomento posso solo consigliarvi una lettura. “Il cervello infinito” di Norman Doidge. e’ un libro scritto in modo chiaro e alla portata di tutti, nonostante affronti argomenti ostici per la maggior parte di noi. I temi e gli argomenti trattati spiegano le scoperte scientifiche degli ultimi trent’anni sul cervello, il suo funzionamento e come si modifica, oltre a come questo cambiamento influisca sulla nostra vita di tutti i giorni.
Quindi il nostro cervello non è, come si è creduto fino a qualche decennio fa, statico e immodificabile, ma dinamico ed in continuo mutamento, la meditazione ci consente di partecipare e contribuire a questo cambiamento, non lasciamoci sfuggire questa opportunità.
(Tratto dal libro Amarsi davvero di Stefano Piva)

//]]>