Coppettazione e i suoi benefici

Coppettazione

La coppettazione è un’antica pratica terapeutica utilizzata per la prima volta nella Medicina cinese, che trova largo consenso ancora oggi in tutto il mondo, compreso il nostro Paese. Tale tecnica consiste nell’applicare una coppetta, sulla parte interessata. L’applicazione tradizionale comporta l’inserimento di una fiamma in un bicchiere di vetro per riscaldare l’aria e creare un vuoto, in modo che, quando verrà applicato sulla pelle, il vasetto eserciterà quell’effetto di risucchio che caratterizza tale tecnica.

La finalità di questa pratica è quella di far circolare i flussi energetici del corpo e di ristabilire l’equilibrio fisico. L’azione terapeutica viene svolta mediante la stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica nell’area di intervento. Alla base di tale tecnica vi è inoltre l’induzione alla circolazione dell’energia.

L’azione della decompressione, o di una successione di compressioni e di decompressioni, realizza una sorta di massaggio che, anche per l’azione termica concomitante, aumenta la circolazione sanguigna locale del 300% facilitando il riassorbimento di essudati, e la risoluzione di processi infiammatori, attivando il metabolismo basale.

coppettazione

L’aspirazione realizzata in seguito al massaggio tira una gran quantità di tossine del sangue, fattori patogeni, linfa, cellule morte e detriti cellulari dal profondo dei tessuti verso la superficie, permettendo al sangue ossigenato di nutrire e curare le aree sottostanti. Questi agenti debilitanti se rimanessero nei tessuti sottostanti provocherebbero uno stato di intossicazione costante, in questo modo sono quindi più facilmente espulsi dal corpo.

Il più comune malinteso in merito ad uno dei più potenti e benefici effetti del dopo coppettazione, è il segno che a volte risulta. I depositi si dissipano da poche ore a diverse settimane, a seconda della quantità di ristagno e l’attività del paziente dopo il trattamento. Il colore ed il modello dei marchi dipendono dal livello di stagnazione nella zona, e vanno da un rosso acceso al viola scuro, solitamente della durata di 3 giorni. Se non è presente stagnazione, ci sarà solo un segno di luce rosa che scompare in pochi minuti o un paio di ore.  I marchi saranno visibilmente più leggeri man mano che i patogeni vengono sistematicamente rimossi dal corpo.

In molti paesi questo è un non-problema, perché sono stati sperimentati gli effetti sorprendenti disintossicanti che tale terapia è in grado di fornire.  Ma in alcuni paesi industrializzati, queste macchie di superficie sono erroneamente interpretate come un danno piuttosto che il risultato di agenti debilitanti in fase di elaborazione in superficie.
Sebbene i marchi allo sguardo sembrano dolorosi, non lo sono e i pazienti di solito si sentono un immediato senso di sollievo.

Il massaggio Tuina comprende l’utilizzo di tecniche associate quali Coppettazione, Moxibustione e Auricoloterapia.

I campi con asterisco (*) sono obbligatori

//]]>